Sei un medico? Registrati
affrontare_esercizi

Come affrontare gli esercizi

Impegno graduale e costante

Ognuno deve trovare il proprio ritmo. Fare esercizi fisici 2-4 volte a settimana e camminare ogni giorno per 30-60 minuti, dovrebbe essere la base minima settimanale. Starà poi in base alle proprie capacità e motivazioni (sentiti libero e ascolta il tuo corpo) la valutazione se intensificare o meno l’attività fisica, gradualmente, nel tempo.

Tutti i pazienti che hanno seguito il programma danno poi un importante consiglio: è necessario pianificare le sessioni di esercizio come un appuntamento con il benessere, da annotare su un apposito diario. Questo è il modo migliore per non “dimenticare” le sessioni di allenamento o le passeggiate.

Infine, un buon “trucco” per alleviare l’impegno della sessione di attività fisica può essere quello di prevedere un piccolo “premio” al termine dell’esercizio. Per esempio, rinviare la lettura del giornale a dopo l’esercizio, oppure concedersi una buona tazza di tè.

 

Scegliere l’ambiente adatto

Come per le attrezzature e l’abbigliamento, la scelta di un luogo favorevole aiuta a sostenere i propri sforzi. Possibilmente, scegliere una stanza calda, tranquilla, dove si dispone di spazio sufficiente per eseguire i movimenti senza preoccuparsi di urtare mobili intorno a sé. Alcune persone desiderano eseguire gli esercizi con assoluta privacy, altri preferiscono coinvolgere i membri della famiglia. Ognuno si regoli come meglio crede, informando i familiari di ciò che desiderano, in modo da avere collaborazione ed eseguire nel modo migliore il proprio programma.

 

Aiutarsi con la musica/aromaterapia

Mentre si svolgono gli esercizi fisici, può essere utile mettere un po’ di musica o accendere il televisore? O magari diffondere nell’aria qualche buon profumo? Anche in questo caso assoluta libertà! Può essere una buona idea, per esempio, svolgere gli esercizi in concomitanza con il programma radiofonico preferito. Ognuno scelga ciò che preferisce per eseguire gli esercizi in modo più confortevole, mantenendo comunque una adeguata concentrazione.

È importante tenere sempre una bottiglia d’acqua a portata di mano per dissetarsi quando se ne sente il bisogno (acqua non troppo fredda, da bere a piccoli sorsi).

 

Ginnastica in palestra

Alcuni pazienti preferiscono svolgere gli esercizi in compagnia, in un ambiente specifico come quello di una palestra. Ciò può abbinarsi all’utilità di avere il supporto di un personal trainer o di un fisioterapista, che può dare ulteriore motivazione e aiutare a correggere l’esecuzione dei movimenti.

Eseguire esercizi fisici in tale contesto può inoltre rendere più facile rispettare gli appuntamenti del proprio programma di attività fisica e cogliere anche l’occasione per solidarizzare e socializzare con altre persone.

Il medico potrebbe anche prescrivere sedute di fisioterapia, con l’indicazione specifica di svolgerle in palestre di strutture ospedaliere, magari presso strutture specializzate in urologia.